C’è l’amaro in bocca per una gara terminata per 0-2 per il Falconara ma decisamente equilibrata e anche controllata da uno Stone Five Fasano ordinato, ben disposto in campo, ma soprattutto grintoso e volenteroso. Per 40’ il Fasano ha tenuto testa ad una squadra che ha totalizzato diciassette punti in più in Regular season ma che non è sembrata lontana dalla portata della biancazzurre.
Le occasioni ci sono state e anche parecchie, su tutte quella capitata sul sinistro della Lacirignola, tra le migliori in campo con una gara intelligente vista l’assidua ricerca della profondità, ma anche della Belam e della Dos Santos, sempre nel vivo della manovra.
E’ un anno balordo e sfortunato, è stato visibile fin da inizio stagione e ieri è arrivata la conferma con due goal arrivati nel giro di pochissimi secondi per un attimo di blackout della retroguardia biancazzurra colta impreparata in due occasioni clou.

I goal – Il Falconara si aggiudica la gara d’andata dei playout per 0-2 con la doppietta della Luciani, in poco meno di 30 secondi di gioco, il primo dalla propria metà campo, dopo un contrasto con la Belam e il lancio per spazzare il pallone trovando fuori dai pali la Mango, colpita anche da un infortunio.
Pochi secondi dopo, sempre Luciani trova il raddoppio con un destro centrale che beffa l’estremo difensore locale.

Ritorno – Domenica prossima il ritorno a Falconara, con la squadra guidata da mister Monopoli che ha dimostrato di potercela fare e di avere le carte in regola per ribaltare il punteggio che adesso le vede in svantaggio. Una dose maggiore di cinismo potrebbe servire per fare l’impresa, su un campo ostico ma non impossibile. Lo Stone Five ha dimostrato di essere sul pezzo: adesso o mai più. Ribaltiamola!

SHARE
Articolo PrecedenteIL PREPARTITA DI MISTER MONOPOLI